Ci mettiamo la firma

FaceBookYou tube Twitter

Ananas

Ananas

Si suppone che l'ananas sia originario del Brasile meridionale e del Paraguay.
È Cristoforo Colombo che lo fa conoscere all'Europa, dando il via ad una rete di commercio che lo esporta in tutto il mondo.
L'ananas cresce sull'omonima pianta, un cespuglio alto tra i 50 e i 100 cm che viene coltivato primariamente in Centro e Sud America.
Al centro della pianta, circondato da foglie grigio-verdi a forma di spada, arcuate e provviste di spine, cresce il frutto: una grossa pigna ovale sormontata da un ciuffo di foglie verdi, con una polpa carnosa e succulenta.


Una pigna reale
L'ananas è considerato il re della frutta tropicale, è stato chiamato dagli inglesi pineapple per la sua assomiglianza ad una pigna (pine) e per il suo cuore pieno di succo, che ricorda la mela (apple).
I nativi che lo coltivavano lo chiamavano "anana", da cui deriva il nome in italiano ed altre lingue. Gli esploratori spagnoli, invece, lo chiamavano "pigna delle indie", e gli europei che potevano permettersi questo frutto esclusivo lo soprannominavano "pigna reale".


Gli ananas F.lli Orsero sono frutto delle nostre piantagioni in Costa Rica. In campi soleggiati crescono gli "extra sweet", così chiamati proprio per la loro polpa succosa e il dolce profumo inconfondibile.

Conservazione

Quando acquistate un ananas dovete controllare che le foglie del ciuffo siano verdi e sode. La scorza, invece, può assumere diverse sfumature dal verde brillante al giallo - oro.

Molti pensano che gli ananas che presentano una scorza verde siano acerbi. Non è vero! Gli ananas che trovate in commercio sono tutti già pronti da gustare.