Frutta per tutti: le diverse varietà delle pere

L’albero della pera, Pyrus Communis, appartiene alla famiglia delle Rosaceae. I paesi di provenienza potrebbero essere l’Europa occidentale, l’Asia e l’Africa. Tuttavia, oggi il pero viene coltivato in tutte le parti del mondo.

Nella nostra penisola si trova soprattutto in Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto e Trentino, in zone in cui il clima è temperato.

Scopriamo insieme le diverse varietà delle pere.

Le varietà della pera

L’albero delle pere è robusto, alto circa 15 metri e con radici piuttosto profonde. Le diverse varietà delle pere sono disponibili quasi in tutte le stagioni dell’anno. Colore, forma, gusto e grandezza sono le caratteristiche principali che consentono di distinguerle. Ecco di seguito un elenco di quelle più consumate e quindi più amate.

  • William. Le pere William hanno una polpa bianca, molto dolce e le troviamo sul mercato da agosto a novembre. Si tratta della varietà perfetta per preparare gustose macedonie e prelibati frullati. Si tratta di pere estive selezionate alla fine del Settecento in Gran Bretagna nella città di Aldermaston. Questa varietà è molto succosa, ideale per macedonie, frullati e cocktail, perfetta per una pausa spezza fame. Il suo colore oscilla tra il verde chiaro e il giallo. La sua polpa è bianca e zuccherina.
  • Decana. Tra le varietà di pere quella Decana, che ritroviamo disponibile nei mercati da Settembre, è l’unica a d essere dolce e un po’ acidula insieme. Ha una buccia verde e giallastra e una candida polpa. Potete gustarla anche cotta e quindi impiegarla per delle gustose preparazioni, come la marmellata, per esempio.
  • Abate. Le sfumature arancio si aggiungono al classico colore giallo verde tipico del momento di massima maturazione. La sua polpa è bianca, dolce, succosa e granulosa. Questa varietà di pere dalla forma allungata, deve il nome ad un monaco francese che la selezionò intorno alla metà del XV secolo. La raccolta avviene tra agosto e dicembre.
  • Bartlet. Meglio nota come Williams rossa, la Bartlett può essere considerata la sorella della Williams da cui deriva, ma dalla quale si distingue per il colore e le striature. La dimensione di questo frutto è media piccola ma sprigiona un profumo piacevole ed ha un gusto dolce e avvolgente.